Nessun intervento su via Fratelli Rosselli a Ripoli da parte dell’attuale amministrazione” Questa è stata la risposta fornita all’interrogazione presentata da Dario Rollo e Lorenzo Peluso del gruppo “Valori e Impegno Civico Dario Rollo” nell’ultimo consiglio comunale in merito ai lavori di asfaltatura sulla strada vicinale ad uso pubblico nonostante nel 2020 la passata amministrazione avesse approvato il progetto esecutivo dei lavori, stanziato le risorse a bilancio per 44.728,75 euro e deliberato i criteri di ripartizione di una parte delle spese a carico dei proprietari dei terreni confinanti.

I motivi richiamati dall’assessore ai lavori pubblici sono stati privi di fondamento e anche in contrasto tra loro – continua Rollo. In un primo momento l’assessore ha dichiarato che non vi sarebbe la possibilità di intervenire in quanto strada privata ad uso pubblico, nonostante numerose sentenze della Corte di Cassazione che ha più volte espresso che il Comune deve provvedere alla manutenzione anche di strade private a uso pubblico, nonché delle aree limitrofe alle stesse, atteso che è comunque obbligo dell’ente verificare che lo stato dei luoghi consenta la circolazione dei veicoli e dei pedoni in totale sicurezza. In particolare nei casi di inerzia dei privati, il Comune deve tempestivamente provvedere alla manutenzione, perché risponde nei confronti di terzi per i danni eventualmente provocati dalla difettosa manutenzione, a nulla rilevando che l’obbligo della manutenzione incomba sul proprietario dell’area. Infatti, se il Comune consente alla collettività di utilizzare una strada di proprietà privata, per il pubblico transito, si assume anche l’obbligo di accertarsi che la manutenzione della strada non venga trascurata. Ciò costituisce un preciso dovere della P.A., integrando gli estremi della colpa, determinandone, altresì, la responsabilità per gli eventuali danni causati all’utente della strada, non essendo rilevante la circostanza che la manutenzione spetti al proprietario della strada medesima.

Successivamente l’assessore ha affermato che un intervento avrebbe provocato possibili contenziosi con i proprietari frontisti dimenticando che ogni atto della P.A. può provocare possibili contenziosi ma non per questo si immobilizza l’attività amministrativa di un Ente pubblico. Infine, ha dichiarato che si interverrà in futuro senza precisare tempi e modalità”. Le risposte non hanno assolutamente soddisfatto il consigliere Rollo che ha dichiarato che attenzionerà la questione e chiederà nuovamente un intervento al fine di rendere sicura la strada, utilizzata da tanti cittadini che si recano a Ripoli. “La verità è che questa amministrazione ha completamente fermato l’attività comunale. Non si assume responsabilità né prende decisioni per risolvere i problemi del territorio. Va avanti a slogan e propaganda ideologica” – concludono Rollo e Peluso.