Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della lista “Valori e impegno civico Dario Rollo” che muove delle critiche all’amministrazione comunale di Cascina. Ecco la nota integrale:

Questa amministrazione PD continua a spargere fumo negli occhi dei cascinesi per mascherare la propria inconsistenza amministrativa nel risolvere i veri problemi del territorio e nascondere operazioni di interesse dei poteri forti locali. L’accusa lanciata dai consiglieri comunali Dario Rollo e Lorenzo Peluso della lista “Valori e Impegno Civico Dario Rollo”. Gli attuali amministratori raccontano ai cittadini, sin dall’insediamento, solo sciocchezze. Il posizionamento del quadretto del Presidente della Repubblica, la sedia rossa e il portachiavi, la bandiera del Saharawi e dell’Europa, la panchina arcobaleno, il rischio fascismo e il centenario del comunismo. Ora addirittura il ritratto di John Lenon. Amministratori che raccontano roba da gossip televisivo mentre approvano la cementificazione di un’area nell’ansa dell’Arno per oltre 30 mila metri cubi di calcestruzzo, senza prevedere alcuna nuova viabilità e lasciando quella attuale, senza alcun collegamento al sistema fognario in quanto già saturo ma utilizzando le fosse lungo il fiume Arno, declassando di fretta e furia il piano acustico per concludere un’operazione voluta dai compagni del PD, anni fa, quando si tolse la possibilità a migliaia di cittadini cascinesi di poter edificare piccole abitazioni nelle proprie proprietà a favore di queste mega concentrazioni di edifici. Amministratori che cercano di dare la possibilità a gruppi industriali legati al mondo delle cooperative di edificare, in un’altra area del territorio, grandi volumetrie di cemento nonostante il mancato rispetto della convenzione urbanistica. Opere pubbliche per oltre 3 milioni di euro, da realizzare a cura del lottizzante ma mai realizzate, e dove le polizze fideiussorie o non si trovano, o sono scadute o la società assicurativa è fallita. Un’amministrazione che porta avanti questi progetti in barba al rispetto delle regole e rendendo impossibile lo sviluppo e miglioramento della rete viaria cittadina. Amministratori che nascondono ai cittadini operazioni sull’impiantistica sportiva bloccando i progetti avviati dalla passata amministrazione per la riqualificazione di intere aree sportive giustificandosi con problemi urbanistici ed edilizi quando poi, con le stesse regole urbanistiche ed edilizie, portano avanti progetti difformi rispetto alle convenzioni originariamente stipulate, andando contro ogni principio di trasparenza della pubblica amministrazione, la corretta libera concorrenza e creando possibili danni erariali. Amministratori che affidano incarichi ad uno studio di tecnici per appena 2500 euro, in maniera diretta e senza bando, per progettare interventi da 15 milioni di euro per la costruzione di alloggi di legno o trasformando edifici storici in mini appartamenti per l’emergenza abitativa. Concentrano il problema sociale di ben 6 comuni tutto sul territorio cascinese e prevedono di affidare la gestione di questi spazi per i prossimi 20 o 30 anni ad una fantomatica cooperativa di comunità. Naturalmente con costi sempre a carico del bilancio comunale per i prossimi decenni. Anche qui, nessun confronto con la popolazione. Amministratori che autorizzano l’ampliamento della discarica di Gello per oltre 1,3 milioni di tonnellate di rifiuti nonostante le tante promesse di chiusura avvenute proprio dai rappresentanti del partito di sinistra. Ci sarebbe tanto altro da raccontare, ma di queste operazioni il PD e compagni non ne parlano ai cittadini. Raccontano solo della bandiera dell’Europa, della panchina colorata o della canzone di John Lennon. E questi soggetti sarebbero i difensori del popolo cascinese? Ipocriti” concludono Rollo e Peluso.