La Giunta comunale ha approvato il Programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024. Il documento contiene l’elenco degli interventi programmati nel prossimo triennio, compresi quelli che verranno gestiti dalle società partecipate dal Comune: Pisamo (mobilità), Apes (edilizia popolare) e Navicelli (darsena e canale). Il Programma confluirà nel Documento unico di programmazione che dovrà a sua volta essere approvato dalla Giunta per poi essere presentato al Consiglio Comunale in funzione dell’approvazione del bilancio di previsione 2022-2024.

Nell’arco del prossimo triennio l’amministrazione comunale ha programmato lavori per un importo complessivo di oltre 160 milioni di euro di cui circa 137 a valere sul 2022 e i restanti sul 2023 (13 milioni) e 2024 (10 milioni).  

«Tra i principali interventi che andranno a gara nel 2022 – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa – rientrano le tre grandi operazioni di rigenerazione urbana delle aree di Gagno, via Rindi-via Piave e Pisanova: progetti per i quali il Comune ha ottenuto 45 milioni di finanziamenti attraverso il bando ministeriale PinQua, risorse a cui si aggiungono 17 milioni di euro comunali per un totale di 62 milioni di euro. Stiamo inoltre concorrendo per i finanziamenti messi a disposizione da un altro bando statale sulla riqualificazione urbana: abbiamo presentato diversi progetti per un totale di 20 milioni di euro che, se finanziati, andranno a gara nel 2022. Tra questi, la riqualificazione del Parco della Cittadella per 7 milioni di euro, la realizzazione di una nuova piscina comunale per 5,1 milioni di euro e il rifacimento dei lastricati in pietra in varie zone della città per circa 1,5 milioni di euro. Tra i principali interventi del 2022 ci sono infine anche quelli inseriti nel progetto “Binario 14” non andati a gara nel 2021, tra cui, il più importante, quello previsto al villaggio popolare di San Giusto grazie al quale saranno realizzati dei nuovi parcheggi e una nuova piazza in via Quarantola per 3,8 milioni di euro».

«Oltre alla realizzazione di queste opere – prosegue e conclude l’assessore – un’ampia fetta delle risorse a disposizione sarà dedicata al comparto delle manutenzioni, sia per quanto riguarda la viabilità che il settore del verde e arredo urbano, continuando il grande piano delle manutenzioni concentrato su asfaltature e marciapiedi, sia in città che nei quartieri e sul litorale, ma anche fognature, illuminazione e decoro urbano. Nell’elenco dei lavori per il 2022, infine, figura anche l’intervento in cofinanziamento per il restauro e recupero della stazione radiotelegrafica Guglielmo Marconi. Siamo estremamente soddisfatti e orgogliosi del lavoro che stiamo proseguendo sul fronte dei lavori pubblici, che è sotto gli occhi di tutti i cittadini. Un’azione continua che coinvolge sia le manutenzioni, con grandi investimenti da parte dell’Amministrazione Comunale, che la realizzazione di grandi opere e interventi di rigenerazione urbana, grazie all’enorme sforzo di progettazione che abbiamo richiesto ai nostri uffici per presentare progetti e riuscire a intercettare finanziamenti fondamentali per lo sviluppo della città.»

Ecco nel dettaglio come sono distribuiti gli interventi principali programmati per il 2022:

Edilizia scolastica. Dopo aver investito nei primi tre anni di amministrazione circa 7,6 milioni di euro proseguono, anche nel 2022, gli interventi sugli edifici scolastici comunali per un importo complessivo previsto di oltre 6,2 milioni di euro. Oltre a questi lavori, in programma anche la realizzazione degli interventi a cui il Comune di Pisa si è candidato per partecipare al progetto di forestazione urbana nei giardini delle scuole (471.392 euro).

Edifici storici. Oltre al recupero della stazione Marconi di Coltano (2,6 milioni di euro, di cui 1 milione di risorse comunali) è previsto il restauro delle aree e delle mura urbane limitrofe alla Cittadella Galileiana e al Parco Urbano degli Arsenali Repubblicani (2,5 milioni di euro) da finanziare tramite bando ministeriale per contributi in progetti di rigenerazione urbana, della chiesa di San Zeno (105 mila euro), del Bastione del Barbagianni (750 mila euro) e della chiesa di Qualquonia (900 mila euro sempre all’interno del bando ministeriale per progetti di rigenerazione urbana).

Interventi nei quartieri: progetto Pinqua. Previsti nel 2022 gli interventi finanziati dal Progetto Pinqua di rigenerazione urbana nei quartieri, suddivisi in: Gagno – rigenerazione edifici ERP (11.016.275,82 euro), progetto Pinqua – Gagno opere di urbanizzazione (3.979.495 euro), Via Rindi – via Piave rigenerazione edifici ERP (8.828.965 euro), progetto Pinqua via Piave “Dopo di noi” (1.670.528 euro), progetto Pinqua via Rindi – via Piave opere di urbanizzazione percorso parcheggio scambiatore piazza Manin (5.601.632 euro), progetto Pinqua THIS – rigenerazione edifici ERP zona Pisanova-Cisanello (20.122.634 euro), progetto Pinqua THIS, riqualificazione parchi via Pungilupo a Cisanello (5.019.310 euro), Progetto Pinqua THIS riqualificazione fabbricato “G. Garibaldi” a Cisanello (939.331 euro), progetto Pinqua THIS opere di urbanizzazione (3.182.356 euro). 60.306500

Viabilità. Tra gli interventi in programma nel 2022 per la viabilità stradale la manutenzione straordinaria di Ponte Solferino (150 mila euro) e di altri ponti cittadini (100 mila euro), più il rinforzo strutturale del ponte dell’Impero (800mila euro) Previsto anche il rifacimento della rotatoria in zona Cnr (350 mila euro).

Navigabilità. Sul fronte navigabilità dell’Arno è in programma nel 2022 la realizzazione dello nuovo Scalo della Cittadella (500.000 euro).

Riqualificazione urbana. In programma nel 2022 la riqualificazione dell’area monumentale tra piazza Duomo – Largo Cocco Griffi – Piazza Manin per l’importo di 1 milione di euro, a cui si aggiunge la realizzazione delle nuove bancarelle fisse per gli operatori commerciali della zona turistica (350.000 euro). Prevista la riqualificazione delle strade in lastricato del centro storico per 1,5 milioni di euro, da finanziare tramite bando ministeriale per progetti di rigenerazione urbana.

Edilizia Popolare. Prosegue il programma degli interventi per l’edilizia popolare tramite Apes. Previsti interventi su edifici ERP per 1,5 milioni di euro e i lavori per realizzare a Sant’Ermete altri 20 alloggi con parcheggi per un investimento di 2,2 milioni di euro.

Impianti sportivi. Continuanogliinterventi per riqualificare gli impianti sportivi cittadini: sono previsti interventi di manutenzione della piscina comunale (75 mila euro), del palazzetto dello sport (260 mila euro) e degli impianti sportivi minori (400 mila euro). In programma anche il progetto per realizzare la nuova piscina comunale nell’area sportiva di Barbaricina (5,1 milioni di euro), da finanziare tramite bando ministeriale per i contributi in progetti di rigenerazione urbana.

Cimiteri comunali. Previsti interventi sui cimiteri comunali per un importo complessivo di 950 mila euro.

Verde e arredo urbano. Previsti nel 2022 investimenti complessivi per 850 mila euro per lavori di manutenzione del verde e arredo urbano. Tra gli interventi in programma anche la riqualificazione del Parco della Cittadella per 7 milioni di euro, da finanziare tramite il bando ministeriale per l’assegnazione di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana. Verrà recuperata e valorizzata l’intera area a verde della Cittadella, con percorsi pedonali e arredi urbani. Previsti anche interventi di riqualificazione dei loggiati cittadini alla Stazione e in zona Borgo per 100 mila euro.

Manutenzioni, marciapiedi, piste ciclabili. Proseguono gli investimenti nel piano delle manutenzioni di strade, marciapiedi, fognature, eliminazione delle barriere architettoniche e illuminazione pubblica per un investimento complessivo di oltre 3 milioni di euro.

Piste ciclabili. In programma diversi interventi sulle piste ciclabili: la realizzazione di una pista ciclabile in viale delle Cascine di collegamento tra il centro storico della città e il Parco naturale di San Rossore (1,5 milioni di euro) da finanziare con bando ministeriale per contributi in progetti di rigenerazione urbana; la realizzazione la realizzazione del Ponte sull’Arno che collegherà le Cascine Nuove a San Rossore con la pista ciclopedonale lungo il tracciato dell’ex trammino, per un investimento complessivo di 1,8 milioni di euro; il completamento del percorso ciclopedonale Mura tra piazza delle Gondole e il parco urbano delle Mura (95 mila euro); la realizzazione di ulteriori ciclovie urbane per circa 850 mila euro, tra cui il collegamento Stazione – polo universitario di via Bonanno.