Si interrompe l’imbattibilità del Pontedera, superato tra le mura amiche all’Ettore Mannucci dalla Lucchese per 3-2. Al termine del confronto è intervenuto il tecnico Ivan Maraia:

Il risultato è completamente diverso da quello delle altre partite, non possiamo fare confronti di questo genere. Gara iniziata male, poi siamo riusciti a ribaltare potevamo andare sul 3-1 per poi subire il pareggio. Ripresa confusionaria decisa da un episodio evitabilissimo, si poteva sicuramente fare meglio. Bisogna fare attenzione perchè si compromette le partite, la Lucchese ci ha messo in mostra le difficoltà attuali ovvero corsa, dinamismo e aggressività che spesso sono state nostre. Adesso abbiamo due partite contro avversarie di valore, potrebbe darci quella spinta morale. E bene affrontare Cesena e Reggiana a stretto giro di posta. Chiaramente affrontare avversari di quel genere è difficile ma potrebbe essere un aspetto positivo, per fare risultato bisogna avvicinarsi alla prestazione dei nostri avversari oggi. Ci sono molti aspetti da migliorare, non solo il rigore di oggi ma anche le troppe ammonizioni. E’ un campionato difficile, anche una squalifica può essere rilevanti. Bisogna fare i conti con tutte queste cose cercando di rimanere uniti, in casa eravamo riusciti a fare meglio anche per la prestazione della Lucchese che ha fatto meglio di noi”.

Il tecnico analizza nel dettaglio la partita e le cose dove migliorare: “Abbiamo perso tanti contrasti, loro più pronti rispetto a noi nella contesa. Siituazione più estemporanea almeno per le partite interne. Il tipo di squadra affrontata oggi ci ha messo in difficoltà, contro la Virtus Entella paradossalmente era una partita più facile da leggere rispetto a quella di oggi. Bisognava avere caratteristiche di giocare cinque contro cinque sull’ultima linea. La partita l’abbiamo preparato nello stesso modo, avevano percepito l’importanza della gara. Alla fine la vittoria della Lucchese è meritata  ha fatto meglio rispetto a noi. Quando subisci tanti gol l’attenzione va sui difensori, se continuamo così dobbiamo pensare a qualche rimedio non possiamo subire la media dei tre gol a partita”. Ipotesi cambio modulo? “La squadra è stata costruita così, quindi cerchiamo di non buttare via tutto. Bisogna cercare di trovare una soluzione, io cerco di trovarla e i ragazzi devono metterci qualcosa in più e i ragazzi ne sono consapevoli. Manteniamo la calma anche se bisogna leggere ed analizzare le partite, stasera siamo tutti amareggiati e cercare la miglior soluzione per migliorare la situazione”