In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, il Comune di Bientina ha deciso di esporre sotto le logge del Palazzo Comunale dei cartelloni con i nomi delle vittime di femminicidio dal 2016 al 2020.

“L’idea nasce dalla proposta di una cittadina Bientinese, Genca Ferri, che l’amministrazione comunale ha subito sposato – dichiara Barbara Frosini, Vicesindaca del Comune di Bientina-. Questo perché la violenza sulle donne è un fatto che riguarda tutti, non solo le donne con una loro identità e una loro vita interrotta. Un fenomeno da attenzionare e contrastare mediante le Istituzioni, le organizzazioni e i singoli cittadini e cittadine. Vedere i nomi significa vedere vite recise. È ora di dire basta!“.

La violenza di genere non è solo qualcosa che accade distante, in altri luoghi, agita e subita da altre persone – dichiara Dario Carmassi, Sindaco di Bientina -. Anche nei territori in cui viviamo si attivano codici rosa, anche qui ragazze e donne sono state vittime di violenza, quasi sempre domestica. Da Sindaco sento il dovere di attivare tutti i percorsi possibili per affrontare un problema che ci riguarda tutti, che siano simbolici, come questa importante installazione, educativi o culturali”.

In un contesto come quello attuale, in cui – come emerge dal rapporto annuale dell’Osservatorio Regionale sulla Violenza di Genere – la violenza di genere appare sempre più un fenomeno trasversale tra le classi sociali e in cui la pandemia ha reso ancora più evidenti le disuguaglianze che già esistevano in seno alla nostra società, è fondamentale continuare a sensibilizzare ed educare su un tema tanto delicato quanto preoccupante, al fine di promuovere una cultura dell’uguaglianza e del rispetto e debellare alla radice questo fenomeno.

E in occasione di questa ricorrenza, oltre ai cartelloni esposti sotto le logge, sono molte altre le iniziative promosse dal Comune di Bientina, seguite da Elena Tangredi, consigliera alle Pari Opportunità del Comune di Bientina e membra della Commissione Pari Opportunità dell’ Unione Valdera: nella mattina di Mercoledì 24, l’associazione Eunice, impegnata in Valdera nella lotta alla violenza di genere, ha incontrato le classi terze medie delle scuole del territorio; nella serata di Mercoledì 24, si è svolta una tavola rotonda in diretta Facebook dal titolo “Violenza di Genere: come riconoscerla, come trattarla, come fermarla”;  Sabato 27 Novembre alle 17:30, in Piazza Vittorio Emanuele II si terrà una performance di musica e danza dal titolo “SeTaccio”, organizzata dalla Compagnia Semi Volanti e dall’Associazione Rapsodia.