Al “Mannucci” arriva il Pescara, altra corazzata di un girone B caratterizzato da squadre di alto valore e spessore, unito a tradizione calcistica. Per i granata serve una grande prestazione per riuscire ad allungare la serie positiva.

Guardando alla probabile formazione mister Ivan Maraia deve fronteggiare la pesante assenza dello squalificato Espeche, match-winner di Viterbo che va ad aggiungersi a quelle di Pretato e Mutton alle prese con guai fisici di varia natura. Ipotizzabile la conferma del 3-5-1-1 ma potrebbero esserci variazioni in base all’avversario. Ci dovrebbe essere lo spostamento di Matteucci al centro al fianco di Bakayoko mentre il braccetto di destra della difesa dovrebbe essere occupato da Shiba. In mezzo al campo Caponi supportato dal fosforo e dalla qualità fornita da Catanese e Barba. Perretta esterno a destra, mentre sul fronte sinistro ballottaggio aperto tra Milani e Parodi. Benedetti dovrebbe partire dal 1′ minuto al posto di Mattioli a supporto di Magnaghi.

Pontedera (3-5-1-1): Sposito; Shiba, Matteucci, Bakayoko, Perretta, Catanese, Caponi, Barba, Milani; Benedetti; Magnaghi. A disp. Angeletti, Nicoli, Parodi, Bardini, Marianelli, D’Antonio, Regoli, Benericetti, Mattioli, De Ioannon. All. Maraia.

Pescara (4-3-3): Sorrentino; Cancellotti,Drudi, Ingrosso, Nzita; Zappella, Pompetti, Rizzo; Clemenza, Ferrari, D’Ursi. A disp. Iacobucci, Radaelli, Frascatore, Illanes, Veroli, Diambo, Valdifiori, Chiarella, Marilungo, Rauti. All. Auteri.

Arbitro: Michele Delrio di Reggio Emilia. (Catani/Santarossa). IV ufficiale: Stefano Peletti di Crema.