“Con la manovra di bilancio, stanziati 250 mila euro a favore del comune di Volterra che, nel 2022, sarà la prima “Città toscana della Cultura”, un titolo fortemente voluto dal Presidente Giani che a gennaio sarà formalizzato con apposita legge.
Volterra farà quindi da laboratorio sperimentale e da apripista per chi vorrà candidarsi a partire dal 2023.” È quanto annuncia il consigliere regionale sulla manovra bilancio.
“E’ un impegno sollecitato tempo fa con una mozione approvata dal Consiglio regionale, che permetterà alla comunità volterrana di avviare il progetto ‘Rigenerazione Umana’ presentato in occasione della candidatura di Volterra a Capitale Italiana della Cultura 2021. Un progetto che ha coinvolto l’intero tessuto associativo e, in modo particolare, le molte realtà giovanili. L’essere ‘Città Toscana della Cultura’ sarà per Volterra un’occasione speciale per mettere in luce un giacimento culturale unico e straordinario, ulteriormente impreziosito dalla recente scoperta dell’Anfiteatro romano e della riqualificazione in atto del Museo Guarnacci.”