“La creazione di un cimitero per gli animali d’affezione è un atto di civiltà” fa sapere Serena Sbrana, capogruppo di Uniti per Calci, che continua: “L’idea di presentare a questo scopo una mozione è nata dopo un confronto sul tema con molti concittadini che hanno un animale da compagnia il quale, si sa, assume un ruolo fondamentale all’interno della famiglia. Inoltre sono ormai unanimemente riconosciuti sia il beneficio, anche terapeutico, degli animali per le persone affettivamente sole, sia la loro tangibile funzione sociale.”

Con la sua mozione Uniti per Calci ha quindi voluto consentire la continuità del rapporto affettivo tra le persone e i loro animali anche dopo che questi sono morti, predisponendo un luogo appositamente dedicato ad accoglierli. Si tratta di una possibilità di scelta, peraltro, prevista dalla Regione Toscana ormai da alcuni anni.

Serena Sbrana conclude: “Siamo pertanto molto soddisfatti che il Consiglio Comunale, martedì 30 novembre, abbia adottato all’unanimità la nostra mozione. Ora, in virtù degli emendamenti approvati, rimane solo da attendere che, nell’ambito degli studi propedeutici alla formazione degli strumenti urbanistici, venga predisposta una valutazione per verificare l’esistenza nel territorio comunale di un’area adeguata, secondo le prescrizioni di legge, a ospitare la previsione urbanistica del cimitero per gli animali d’affezione.”