Continuano le iniziative per ricordare il centenario della morte di Renato Fucini, il “padre” del vernacolo pisano.

Dopo il convegno dello scorso 14 dicembre, tenutosi ad agraria per ricordare l’esperienza di Fucini come studente di quella facoltà che celebra quest’anno i propri 180 anni di storia è la volta della Domus Mazziniana.

Con una visita organizzata dalla Società Storica Pisana si apre al pubblico la mostra didattico-documentaria promossa dalla Domus Mazziniana in collaborazione con i Dipartimenti di Scienze Agrarie, Alimentari, e Agro-Ambientali e di Filologia, Letteratura e Linguistica che conclude le celebrazioni del centenario fuciniano.

Per la prima volta saranno esposti al pubblico, pezzi provenienti dagli archivi dell’Università, dalla collezione Gremigni e dal fondo Bellincioni di proprietà degli Amici di Pisa, come il verbale della seduta di laurea di Fucini o l’edizione originale dei Cento Sonetti di Neri Tanfuccio con la dedica autografa dello stesso Fucini al direttore de La Nazione.

Nell’ambito della mostra, che ha il patrocinio dell’Università di Pisa, della Regione Toscana, della Provincia di Pisa e del Comune di Pisa sono previste visite animate a cura del Crocchio dei Goliardi Spensierati, attività per le scuole, la presentazione dell’annata 2021 della rivista di cultura vernacola Er’ Tramme e del volume di Simone Fagioli “Le sogliole di Fucini”.

Info: eventi@domusmazziniana.it, telefono 05024174