Premi anche per il personale dell’U.S.C.A. e le associazioni di volontariato. Gli elaborati della prima edizione del premio “Una scuola a colori”, il riconoscimento intitolato alla memoria del pediatra Marco Pugliese scomparso nel novembre scorso a causa del Covid, a cui hanno partecipato ben 29 scuole dei due Istituti Comprensivi cittadini, saranno esposti sabato 4 dicembre, a partire dalle 10.00, nella Sala Parrocchiale di Roffia.
L’associazione culturale “I festaioli di Roffia” raccoglie il testimone del riconoscimento promosso dai colleghi del pediatra Elena Lotti e Roberto Boldrini, e dalla moglie Susanna in collaborazione con il Comune di San Miniato, e con il sostegno dell’Azienda Speciale Farmacie e decide di estenderlo: sarà infatti conferito il primo premio alla memoria del dottor Pugliese anche al personale U.S.C.A. che durante la pandemia (e fino ad oggi), ha svolto il proprio lavoro sul territorio di San Miniato e quello alle associazioni di volontariato del Comune, sempre in prima linea nella lotta al virus.
“E’ stato importante ricordare il dottor Marco Pugliese attraverso un premio che coinvolgesse anche le scuole – dichiara l’assessore Giulia Profeti -. Sono molto felice che queste 29 straordinarie opere realizzate dalle studentesse e dagli studenti delle nostre scuole primarie siano adesso esposte e visibili tutte insieme, perché racchiudono messaggi e modi d’espressione personali: alcune ritraggono lo stesso medico, altre le parole che era solito ripetere, mentre altre ancora sono disegni astratti ispirati alla libera fantasia dei bambini. Ringrazio l’associazione de ‘I festaioli di Roffia’ per aver raccolto questo testimone e aver voluto estendere questo riconoscimento al personale sanitario dell’U.S.C.A. che tanto si è adoperato sul nostro territorio e alle associazioni di volontariato, tasselli fondamentali per la lotta al Covid”.