È stato ufficialmente avviato il percorso che porterà al completamento della viabilità alternativa intorno alla frazione capoluogo di San Giuliano Terme. Il primo tratto della nuova viabilità, che collega la SS12 dell’Abetone e del Brennero a via Ulisse Dini della frazione di Gello, è stata completata qualche anno fa, “e l’amministrazione comunale – commenta l’assessore alla progettazione e alla rigenerazione urbana Matteo Cecchelli – ha affidato un incarico di redazione del progetto di fattibilità per allungare la variante da via Ulisse Dini, partendo dal braccio ‘mancante’ della rotatoria, a via Di Vittorio, dove sfocerà in corrispondenza della località Le Mammozze, nei pressi della Tabaccaia”. Questo, dunque, il contenuto della determina dirigenziale firmata lo scorso 30 novembre, con la quale sono stati dedicati poco più di 3 mila euro per la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica dell’opera in questione.
“La prospettiva – prosegue Cecchelli – è un sensibile miglioramento della viabilità tra San Giuliano Terme e Gello in un punto molto attraversato, in particolare in via Ulisse Dini, dove nelle ore di punta si creano delle code di auto in corrispondenza dell’incrocio con via Di Vittorio. Questo affidamento per la redazione del progetto di fattibilità è un punto di partenza e ci darà modo di capire l’entità economica dell’intervento in modo da poterci attivare per trovare le risorse per la realizzazione dell’opera”.
“La viabilità intorno alla frazione capoluogo è complessa – conclude il sindaco Sergio Di Maio -. Penso all’incrocio tra la SS12 e via Niccolini, che abbiamo messo per quanto possibile in sicurezza con modifiche alla viabilità, e penso alle idee al momento in fase di studio per una rotatoria tra la SS12 e via delle Sorgenti proprio all’ingresso del capoluogo. La prosecuzione della variante di Gello a sud di San Giuliano Terme consentirà di completare il sistema di viabilità alternativa per alleggerire le altre arterie e rendere più scorrevole il traffico, nella prospettiva della chiusura del passaggio a livello sulla SS12 dell’Abetone e del Brennero”.