Dal mese di dicembre si è avviata una importante collaborazione tra il Comune di Volterra e l’Unità Funzionale di Salute Mentale Adulti Alta Val di Cecina per potenziare i percorsi riabilitativi dei pazienti in carico, in particolare, delle strutture residenziali Domus Aeoli e REMS-D.

L’iniziativa prevede che gruppi di pazienti, accompagnati dagli operatori, all’interno dell’attività educativo-ricreativa di “trekking urbano”, svolta in collaborazione con il centro diurno Kraepelin, possano usufruire, gratuitamente, della visita ai musei, o monumenti volterrani con una guida messa a disposizione da parte dal Comune.
L’attività ha lo scopo di offrire agli ospiti delle strutture maggiori elementi di stimolo e di conoscenza del contesto in cui si trovano temporaneamente a vivere, dando così un senso e un significato alla uscita in città.

Un primo gruppo di ospiti della Domus Aeoli ha iniziato le visite guidate il giovedì pomeriggio. Questa iniziativa è solo l’inizio di una fattiva collaborazione tra Enti che mette in relazione salute e cultura, anche in relazione alla normativa regionale sulla fruizione il più possibile inclusiva dei beni culturali regionali.

Queste visite destano negli ospiti delle strutture forte interesse e curiosità stimolando le funzioni di attenzione ed elaborazione, oltre a creare maggior senso di conoscenza e inclusione, elementi fondamentali per un cammino riabilitativo positivo.