“In pratica – così scrive il consigliere Giovanni Pasqualino (Lega) – si tratta di un vero e proprio attestato comunale, un certificato notarile che attesta il forte legame di identità con quel territorio che può essere un prodotto alimentare, una ricetta, una festa, una fiera ma anche una tecnica ad esempio particolare di coltivazione, insomma un qualcosa che dimostri l’identità del territorio. i prodotti tipici non si fermano al mero prodotto in sè per sè ma parla di cultura, di storia, di tradizione che lo porta appunto ad essere chiamato prodotto tipico locale. Quando viene acquistato un prodotto tipico locale bisogna capire che si partecipa alla conservazione della storia della propria terra e delle proprie radici fatto di sacrifici e di impegno.

La de.co – continua Pasqualino – in sostanza è uno strumento di marcketing territoriale finalizzato alla promozione e valorizzazione delle tradizioni locali, ad esempio nel Lazio il comune di amatrice ha disciplinato la famosa salsa alla matriciana. Per chi volesse prepararla secondo il disciplinare, può seguire la ricetta sul sito del comune di amatrice.

In pratica chiedo di sancire quello che c’è già, perché i prodotti tipici esistono ma bisogna dargli importanza e questa certificazione valorizza i prodotti e li rende disponibili a chiunque sul portale del comune. Ma soprattutto evitiamo che si disperda negli anni la nostra storia culinaria e non. Con questa mozione chiedo al Sindaco e alla Giunta – conclude Pasqualino – di promuovere e valorizzare le tradizioni locali e i prodotti che provengono dal territorio di Pisa; di attestare e certificare, con atto notarile a seguito delibera comunale contrassegnato dal sindaco, il forte legame d’identità con il territorio del comune di Pisa di un prodotto alimentare, di una ricetta, ma anche di un prodotto dell’artigianato locale, di una festa, una fiera, una sagra, oppure una tecnica particolare di coltivazione , di allevamento o di pesca; di  redigere un disciplinare dei prodotti  De.Co che provengono dal territorio di Pisa; di rendere visibile e disponibile sul sito del Comune, in apposita sezione l’elenco dei De.Co con il disciplinare applicato”.