In riferimento alla riunione convocata oggi dalla Regione per esaminare le possibili criticità del servizio di trasporto pubblico locale, nel pieno del picco della pandemia e alla ripresa delle lezioni scolastiche, Autolinee Toscane precisa che la possibilità di interrompere il servizio alle ore 20, annunciata nel corso dell’incontro e prevista eventualmente solo a Firenze, è comunque un’ipotesi remota: si tratta dello scenario peggiore in assoluto dei 4 previsti dal piano di emergenza. Si tratta di una misura che scatterebbe eventualmente solo nel caso in cui le assenze degli autisti superassero il 60% del totale, percentuale da cui siamo ancora fortunatamente lontani. In ogni caso la scelta di tagliare il servizio dalle 20 nell’area fiorentina sarà eventualmente decisa d’intesa con le autorità (Regione, Comune e Prefettura)

Alla riunione hanno partecipato anche i prefetti o i rappresentanti di tutte le prefetture della Toscana e di tutte le amministrazioni provinciali, con la città metropolitana, e l’Ufficio scolastico regionale, dirigenti e funzionari regionali e i due gestori, Autolinee Toscane, Trenitalia e LFI.