Ai microfoni di La7 ha parlao Silvia Colella ex portieri i diverse squadre di Serie A. Si èespressa riguaro la crescita che ha avuto il calcio femminile rispetto a quando giocava lei e ha parlato anche del miglioramento riguardo le strutture nelle quali si allenano oggi le ragazze: “Da quando ho lasciato il calcio femminile, questo è cambiato molto. Si sono fatti dei grani passi in avanti a livello i strutto e di tutto quello che ci gira intorno. La passione e l’impegno è sempre costante. Poterlo fare con alle spalle una struttura significativa e l’allenamento e il supporto medico, cambiano le cose, è diverso”.

Continua Colella: “Ai miei tempi era tutto amatoriale e in alcune realtà era a livello amatoriale. Era utto meno strutturano, ma non in tutte le realtà però. Nella lazio l’organizzazione era piu presente. Il ruolo del portiere, per esempio, è nato strada facendo per un discorso fisico. Come ragazze eravamo molto meno rispetto ad oggi e anche questa è una crescita importante. Durante gli allenamenti mancava il portiere e quindi a turno ci si metteva in porta. Ioero alta e questo poi mi ha portato a fare il portiere”.