Un anno camminando accanto ai chi fa più fatica: al Centro d’Ascolto di via delle Sette Volte piuttosto che alla Cittadella della Solidarietà, l’emporio alimentare del Cep assicura sostegno alimentare a 800 famiglie pisane.  Ma anche per promuovere la cultura della solidarietà nelle scuole, nelle parrocchie e nei gruppi giovanili. E’ la proposta di Servizio civile universale della Caritas diocesana di Pisa rivolta ad 11 giovani (italiani, comunitari ed extracomunitari, purché regolarmente soggiornanti) tra i 18 e i 28 anni. Per presentare la domanda c’è tempo fino alle 14 di mercoledì 26 gennaio 2022.

Due i progetti che li vedranno coinvolti: i nove di “Nessuno si salva da solo” saranno impegnati nei servizi di ascolto e accoglienza dando risposta ai bisogni primari quali mangiare (alle mense piuttosto che alla Cittadella e nelle reti dell’aiuto alimentare promosse dalle parrocchie) e lavarsi (al servizio doccia di via delle Sette Volte). I due, invece, che di “Non solo scuola 2021”, invece, saranno inseriti nell’equipe educativa della Caritas diocesana e svolgeranno attività di formazione e animazione giovanile nelle scuole, nelle comunità parrocchiali e nei gruppi giovanili del territorio.

 “Entrambe i progetti sono un’opportunità per vivere un anno della propria vita al servizio di sé stessi e degli altri – – sintetizza il direttore don Emanuele Morelli: come sempre dedicheremo una particolare attenzione all’accompagnamento e alla formazione, con particolare riferimento, non solo all’acquisizione delle competenze specifiche legate al servizio, ma anche della cittadinanza attiva e della pace”.

Il contributo statale per chi svolgerà il servizio è di 433,80 euro mensili. Sul sito della Caritas di Pisa le schede dettagliate dei due progetti.

La domanda di partecipazione può essere presentata solo attraverso la piattaforma DOL (https://domandaonline.serviziocivile.it/) per accedere alla quale è necessario essere muniti di Spid o richiedere le credenziali. Per qualsiasi informazione sui progetti e per richiedere consulenza per la presentazione della domanda, i giovani interessati possono contattare la Caritas diocesana telefonicamente (050.560952) oppure via mail (serviziocivile@caritaspisa.it).