Conto alla rovescia per il convegno “Pisa Amyloid 2022. Innovations in cardiac amyloidosis. Pathophysiology, diagnosis and treatment”, in programma presso l’auditorium dell’Area di Ricerca CNR, a Pisa, da giovedì 30 giugno a venerdì primo luglio, su iniziativa di Scuola Superiore Sant’Anna e Fondazione Monasterio, con il supporto di Fondazione Menarini. Presidenti del congresso sono Michele EmdinClaudio RapezziClaudio PassinoGiuseppe Vergaro.

  Il congresso propone una revisione sistemica delle conoscenze sull’amiloidosi cardiacaper tradizione considerata malattia rara, senza terapie efficaci e con una prognosi infausta, oggi ridefinita come una patologia non infrequentediagnosticabile – in particolare con tecniche di imaging multimodale – e curabile, con uno spettro di scelte efficaci sia nell’amiloidosi da catene leggere (Al) sia da transtiretina (Attr). In occasione di questo convegno, le conoscenze scientifiche sono rivisitate da una prestigiosa faculty internazionale di 71 esperti, tra i quali si segnalano Merlini, Rapezzi, Agostoni, Metra, Merlo, Canepa per l’Italia e, tra gli stranieri, Jacob, Kelley, Coats, Cohen Solal, Dispenzieri, Grogan, Garcia Pavia, Maurer, Coehlo, Fontana, Gillmore, per citare alcuni nomi.  

  L’apertura del convegno è prevista per giovedì 30 giugno alle ore 11.30, presso l’aula magna dell’Area di Ricerca CNR (via Giuseppe Moruzzi 1, Pisa) con i saluti di Sabina Nuti, rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna; Marco Torre, direttore generale della Fondazione Monasterio; Andrew Coats, presidente della Hearth Failure Association European Society of Cardiology; Stefano Taddei, direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Pisa; Fabio Recchia, direttore dell’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR; Michele Emdin, Coordinatore del Centro Health Sciences della Scuola Superiore Sant’Anna e direttore del Dipartimento CardioToracico della Fondazione Monasterio.

Programma dettagliato: https://bit.ly/3HIHXJflink per le iscrizioni: https://bit.ly/3n9rILADiretta web: http://www.en.fondazione-menarini.it .