Sono circa un migliaio i ragazzi che, da ieri, affrontano l’esame di maturità nelle scuole superiori di Pontedera. Il sindaco Matteo Franconi e l’assessore all’istruzione Francesco Mori hanno visitato stamani i vari istituti, incontrando il personale impegnato nelle prove e riscontrando un clima positivo da molti punti di vista.


Nell’ordine, sindaco e assessore si sono recati prima a Palazzo Blu ( Liceo Montale con dieci quinte classi impegnate nella maturità ) e poi al Villaggio Scolastico, dove, in sequenza, hanno visitato Fermi ( nove classi ), Pacinotti ( nove classi ), Marconi ( dieci classi ) e XXV Aprile ( otto classi ) parlando direttamente con i vari presidenti di commissione e gli insegnanti.


“Un esame di maturità nel segno della normalità e della ripartenza”, ha sottolineato Franconi che, già nella serata di ieri, aveva rivolto via social un messaggio di augurio agli studenti impegnati nelle prove:“Quella di domani mattina è una prova che non riguarda il giudizio degli altri. Questo esame appartiene solo a voi, alla vostra storia, alle emozioni della vostra coscienza, alla fatica che lo ha preceduto, alla leggerezza che lo seguirà.Le pagine che scriverete ospiteranno parole che raccontano l’unicità di un percorso e tratteggiano il sapore di un sogno: il vostro. Le ore, i giorni e le settimane impastate del sapore trepidante dell’attesa si schiuderanno per accogliere ciò che avete imparato, ciò che avete vissuto. Il mio augurio, quello dell’intera città, è che possiate “semplicemente” esser voi stessi. Laggiù, sulla linea dell’orizzonte, vi attende a braccia aperte il vostro futuro: sorridetegli e corretegli incontro. In bocca al lupo.” La prima giornata della maturità, a Pontedera, si è svolta regolarmente e senza alcun tipo di problema. Oggi si replica, con la seconda prova scritta.