E’ stata aperta venerdì 24 giugno la Mostra fotografica multimediale dedicata a Paolo Poli, grazie al lavoro di squadra dell’Associazione culturale Arco di Castruccio di Montopoli: Poli – attore, regista e maestro teatrale – aveva la sua residenza estiva proprio a Montopoli in Valdarno, dove ha lasciato un ricordo vivissimo che l’associazione adesso presieduta dalla professoressa Isabella Gagliardi ha con orgoglio e impegno coltivato attraverso quest’iniziativa, offrendo ai visitatori un prodotto innovativo e di qualità. La mostra (la prima di tipo multimediale a Montopoli) si inserisce nella prima edizione di Comicopoli, la rassegna comica che sta animando in queste ore il borgo storico di Montopoli con nomi di spicco come Giorgio Panariello e Sabina Guzzanti (per fare i primi due esempi). La mostra in omaggio di Poli è stata possibile grazie al grande lavoro di Arco di Castruccio e grazie alla collaborazione e al contributo economico della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, guidata dal montopolese Antonio Guicciardini Salini. La mostra è, come detto, la prima di tipo multimediale a Montopoli e racconta del passaggio di Paolo Poli a Montopoli: dalle amicizie alle frequentazioni fino alle attività artistiche. Un Paolo Poli che è stato un personaggio di rara passione artistica, libertà di espressione e vivace dinamicità. Ed è per questo che l’artista calza a pennello per una metodologia alternativa di mostra, non statica, come quella multimediale. “Sono onorata di aver ricevuto questo incarico – spiega la curatrice della mostra Roberta Salvadori – perché la cultura locale è una mia grande passione. La mostra – inserita in Comicopoli – rappresenta proprio un anello di congiunzione tra l’alta cultura e il rapporto col territorio. L’esposizione multimediale – guidata attraverso una video narrazione – passa in rassegna gli anni dal 1950 al 1970: la ricerca ha prodotto una consapevolezza che il ricordo di Poli è custodito gelosamente da tanti montopolesi, sia come persona che come artista, perché ha lasciato un segno indelebile. Inoltre sono felice della presenza della sorella Lucia Poli, altra grande artista”. La sorella sarà sul posto alle 20.45 circa di domenica 26 mentre la mostra andrà avanti fino a tarda sera nella Sala Pio XII. 
Per visitare Montopoli, Comicopoli e la mostra c’è a disposizione un bus navetta gratuito, che parte da tre punti: intersezione fra via del cimitero e via di Montopoli Loc. San Romano; Circolo Arci Torre Giulia via Tosco Romagnola Est 116 Loc. San Romano; Via Dante Loc. Capanne altezza civico 1 fermata bus.