Sabato 2 luglio alle Logge di Banchi il gruppo musicale Herpes offre alla città di Pisa un concerto, col quale proseguono idealmente gli eventi del giugno Pisano.Dopo il Capodanno Pisano 2019 il gruppo di rock identitario pisano torna a collaborare con l’Amministrazione Comunale. L’assessore alle Tradizioni della storia e dell’identità di Pisa Filippo Bedini sottolinea come la produzione degli Herpes si sposi alla perfezione con uno dei principali obiettivi del suo mandato: “I brani degli Herpes sono un bel modo di fare cultura, perché mirano a restituire onore e meriti alla storia della nostra città, interpretandone l’identità e rivisitando momenti, episodi e personaggi da un’angolazione particolare. Un linguaggio diverso e divertente per continuare a parlare della grandezza di Pisa”.

“In origine – prosegue l’assessore – questa esibizione era prevista per il 3 aprile 2020, in occasione dell’anniversario della conquista della Meloria da parte della Repubblica di Pisa, e doveva tenersi davanti alla chiesa dei Galletti, dove si trova un’epigrafe celebra l’arrivo in città dei vincitori.Il 3 aprile del 1115 (1116 s p.) è, infatti, il giorno attestato nei “Gesta triumphalia per Pisanos facta” nel quale l’esercito pisano avrebbe portato a compimento la conquista balearica. Il rientro in città dei protagonisti dell’impresa avvenne alla fine di giungo dello stesso anno, e fu celebrato con un trionfo attraverso la porta aurea, presso la quale venne posta l’epigrafe che oggi si trova sulla facciata della chiesa di santa Maria dei Galletti, accanto al luogo ove sorgeva la porta”.

La pandemia da Covid 19 – conclude Bedini – ha impedito l’esibizione nella data che avevamo pensato di celebrare, ovvero il 3 aprile. Dal prossimo anno speriamo tutti di poter creare un evento ad hoc. Per quest’anno Herpes e Amministrazione comunale hanno voluto pervicacemente proporre il concerto non appena possibile. Si è così arrivati alla data del 2 luglio”.

Il nome Herpes è l’acronimo di “Hanno Elevato la Repubblica Pisana all’Eccellenza Storica”: eccellenza che Pisa merita a pieno titolo, con la gloria del suo lungo e importantissimo passato, nonostante la damnatio memoriae subita dopo la conquista fiorentina. Il concerto è anche l’occasione per una “prima”: il brano dedicato alla conquista delle Baleari è, infatti, un inedito. Andrea Masi, frontman del gruppo non nasconde l’entusiasmo: “Voglio esprimere tutta la nostra soddisfazione per il fatto che riusciamo, col concerto di sabato, a proporre alla nostra città e ai nostri fan il nuovo brano che racconta della conquista pisana delle Baleari. È un brano che da più di due anni aspetta di essere suonato in pubblico. Saremmo lieti che la data del 3 aprile, anniversario della vittoria, andasse ad arricchire il calendario alfeo, già ricco di ricorrenze storiche pisane. L’auspicio, condiviso dall’Assessorato alle Tradizioni, è che nel prossimo futuro si riesca a esibirci in prossimità del luogo che vide rientrare in Pisa da vincitori i suoi combattenti, ovvero dalle parti della chiesa dei Galletti”.

Questa la scaletta dei 12 brani che verranno eseguiti: Terra di Mare, Capodanno Pisano, Miracoli, Kinzica, La conquista delle Baleari, Domenica pisana, La terza cerchia di mura, Luisa del Lante, Ugolino, Gioco di Pisa, Un vecchio e il mare, San Piero.