Il bando per l’acquisizione di proposte di sponsorizzazione per la realizzazione di eventi culturali ed iniziative di valorizzazione del centro storico, del commercio e dei paesi, voluto dall’amministrazione cascinese, ha permesso di intercettare un importante contributo da parte della Sofisport s.r.l., grazie al quale è stata possibile una completa risistemazione del giardino Tiziano Terzani della biblioteca comunale. Per l’assessora alla cultura Bice Del Giudice si tratta “di una testimonianza tangibile dei risultati cui può portare la collaborazione con importanti realtà imprenditoriali che siano sensibili ad arte e cultura come motori di economia. Abbiamo accolto con piacere la proposta di Sofisport per una ‘rivisitazione’ dell’aspetto del giardino Tiziano Terzani della nostra biblioteca comunale. Teatro e salotto delle iniziative culturali che organizziamo con cadenza periodica, spaziando dalla presentazione dei libri ai circoli di lettura, ai concerti e al teatro, il giardino ha acquisito oggi un aspetto più bello e curato. E nel caso di Sofisport, azienda specializzata nella realizzazione, installazione e manutenzione di campi in erba artificiale ed erba naturale rinforzata prodotti con le più moderne tecnologie, alla soddisfazione per il risultato conseguito si aggiunge quella per la presenza di questa importante realtà imprenditoriale nel nostro Comune”. “La sponsorizzazione tecnica di Sofisport s.r.l. – aggiunge l’assessora Irene Masoni – contribuisce indubbiamente alla valorizzazione di un prezioso angolo del nostro centro storico, rendendo il giardino Tiziano Terzani della biblioteca comunale, come stiamo vedendo proprio con la rassegna estiva, ancora più fruibile per iniziative aperte al pubblico”.

A spiegare il motivo della scelta di partecipare al bando sono Roberto e Marina Nusca. “Siamo un’azienda che su Cascina ha puntato forte – sottolinea Roberto Nusca, amministratore delegato di Sofisport –: sul territorio comunale abbiamo anche un vivaio, primo in Europa, per un manto erboso ibrido ad uso sportivo. Era normale per noi, oltre che un dovere, partecipare al recupero culturale di una città così importante che vede oggi l’amministrazione impegnata in un rilancio, risveglio e riorganizzazione del tessuto culturale. Portare un contributo con un manto artificiale che riqualifica un giardino votato all’arte e alla cultura, per noi è un vanto e un privilegio”. “Abbiamo posato questo manto su scelta dell’amministrazione e siamo orgogliosi per aver dato un senso di verde e di pulito in un contesto storico e di pregio della città – aggiunge Marina Nusca, responsabile marketing e comunicazione della società –. Ringraziamo anche Franco Lucarelli, con la sua azienda Lucarelli Piante, che ha approfittato di questo lavoro per essere coinvolto: come nostro partner, ha posato il manto facendo tutta la lavorazione del sottofondo”.