La Questura di Pisa e il Comando Polizia Municipale di Pisa, a decorrere dal mese di giugno hanno effettuato congiuntamente, a seguito di varie segnalazioni ed esposti, una intensa attività di controllo sugli stabilimenti balneari, sui locali da ballo e sui pubblici esercizi del litorale.

Particolare attenzione si è prestata al controllo sulla prevenzione al consumo di alcolici da parte di minori.

Nel corso dei controlli sono state riscontrate alcune irregolarità da parte dei gestori delle attività commerciali, come l’esercizio di trattenimenti danzanti  in difetto di licenza e fuori dagli orari consentiti; la mancanza delle autorizzazioni circa l’agibilità dei locali che non risultavano quindi idonei per limiti strutturali e carenza di requisiti di sicurezza per gli avventori, e infine  la mancanza di idonee relazioni tecniche sull’impatto acustico necessarie per la salvaguardia della quiete e del riposo delle persone.

Tali controlli sono stati ritenuti indispensabili per la sicurezza degli avventori e per il rispetto del riposo dei residenti e dei villeggianti.

Gli esiti di questa attività di Polizia Amministrativa, peraltro ancora in corso, sono al momento quantificabili in:

-quattro titolari di esercizi pubblici segnalati alla Procura della Repubblica di Pisa per l’esercizio di trattenimenti danzanti in difetto di licenza e fuori dagli orari consentiti;

-cinque sanzioni amministrative comminate per violazione in materia di impatto acustico e diffusioni sonore (circa seimila euro di sanzioni complessivamente comminate).

I controlli amministrativi sono ancora in corso poiché la stagione balneare è ancora in piena attività e il legittimo desiderio di divertimento deve andare di pari passo con le normative vigenti in tema di sicurezza per evitare spiacevoli incidenti dovuti alla presenza di tante persone concentrate nei locali del litorale.