Nella serata di martedì pattuglie della Squadra Volanti della Questura hanno effettuato diverse identificazioni di soggetti appiedati tra piazza Vittorio Emanuele, piazza della Stazione e via Fiorentina, per tenere costante la soglia di attenzione nella zona. Nel corso del servizio, tra gli altri sono stati rintracciati e condotti in questura per i successivi approfondimenti tre uomini.

Un cittadino tunisino 28enne, senza fissa dimora in Italia, con alcune denunce a carico che, irregolare sul territorio nazionale, veniva accompagnato in ufficio per notifiche disposte dall’Autorità giudiziaria inerenti due procedimenti penali a suo carico e, al termine degli accertamenti, emesso nei suoi confronti decreto di espulsione dal territorio nazionale;

Un cittadino tunisino 24enne, parimenti clandestino, anch’egli accompagnato in ufficio per il prosieguo degli accertamenti, al termine dei quali munito di decreto di espulsione dal territorio nazionale;

Un cittadino tunisino 19enne, residente regolarmente in Firenze, nei cui confronti è stato emesso la misura di prevenzione a firma del Questore del Foglio di Via Obbligatorio e Divieto di Ritorno nel comune di Pisa, per anni tre, ex art.1 e 2 del D.L.vo n.159/2011. Il 19enne, nello scorso mese di agosto, era stato indagato dalla Squadra Mobile della Questura perché indiziato del reato di tentato omicidio perpetrato nei confronti di un dipendente di un bar di V.le Gramsci, che aveva attinto con due coltellate, per fortuna non letali.