Il Pontedera perde la propria imbattibilità interna, perdendo sotto i colpi dell’ex Di Santo autore di una doppietta e autentico mattatore del derby, trascinando il Siena ad un successo limpido ed indiscutibile, portando i bianconeri – almeno per qualche ora- in testa alla classifica. i granata di Catalano forniscono probabilmente la peggiore partita della stagione fin qui, oltre ad andare in svantaggio nelle prime battute del match i granata sono apparsi confusionari lenti, e macchinosi, sempre in ritardo sulla palla rispetto agli avversari.

Prestazione molto preoccupante, che mette a rischio la posizione del mister Catalano con il Pontedera 17^ in coabitazione con l’Imolese a 4 punti frutto di altrettanti pareggi, senza aver ancora ottenuto successi. In cronaca il tecnico cambia ancora affidandosi al 4-2-3-1, schierando Martinelli e Shiba centrali, Espeche ed Aurelio sulle corsie esterne. Ladinetti ed Izzillo in mediana, Fantacci, Cioffi e Nicastro a supporto di Petrovic. In apertura i bianconeri appaiono decisamente più dinamici, a proprio agio nel 4-3-2-1 disegnato da Pagliuca. Il vantaggio ospite arriva dopo soli otto minuti, Di Santo taglia la difesa del Pontedera pescando Belloni, entra in area e cade dopo il contatto con Siano in uscita disperata. Dagli undici metri Di Santo non si fa pregare. Ci si attende la reazione del Pontedera, ma il Siena gestisce la gara portando un pressing organizzato e preciso, mettendo a nudo le lacune nel palleggio dei difensori granata.

Nella ripresa ci si aspetta un Pontedera aggressivo, ma il Siena trova il raddoppio approfittando di un errore nel disimpegno di Shiba che intendeva servire Siano, irrompe Di Santo che anticipa il portiere e lo batte da posizione angolata. I padroni di casa si fanno vivi con una traversa di Catanese, poi più nulla se non le scorribande degli ospiti vicini a più riprese al terzo gol. Espulso attorno alla mezzora Espeche per fallo su Arras.

PONTEDERA-SIENA 0-2
Pontedera (4-2-3-1)
: Siano; Espeche, Martinelli (26’st Bonfanti), Shiba, Aurelio; Ladinetti (26’ st Mutton), Izzillo; Fantacci (35’st’ Perretta), Cioffi (35’ s’ Somma), Nicastro; Petrovic (1’ st Catanese). A disp. Cagnina, Stamcampiano, Paolieri, Pretato, Di Bella, Benedetti, Tripoli, Marcandalli. All. Catalano.
Siena (4-3-2-1): Lanni; Raimo, Crescenzi, Silvestri, Favalli; Buglio (33’ st Castorani), Leone, Collodel (46’ st Meli) ; Belloni (23’ st Riccardi), De Paoli (23’ st Arras); Disanto (46’ st Frediani). A disp. Manni, Farcas, Paloschi,Rizzitelli, Bianchi, De Sanctis, Franco. All. Lelli (Pagliuca squalificato).
ARBITRO: Madonia di Palermo
Reti: 9’ pt e 7’ st Di Santo.
Note: Espulso Espeche 28’ st. Ammoniti: Nicastro, Catanese, Raimo, Martinelli, Mutton, Perretta. Angoli 2-5. Rec. 1’+3’.