Si intitola “Non solo El Alamein. Paracadutismo militare e paracadutisti italiani in Africa settentrionale 1938/43” il convegno di studio in programma mercoledì 21 novembre a Palazzo Gambacorti (Sala Baleari, ore 16.00), organizzato dall’Associazione nazionale paracadutisti d’Italia con il patrocinio del Comune di Pisa. L’occasione è la ricorrenza dell’ottantesimo anno dalla nascita del paracadutismo militare italiano (la prima scuola venne creata nel 1938 in Libia con i “Fanti dell’aria”) e del settantaseiesimo dalla battaglia di El Alamein (23 ottobre 1942). Per l’occasione hanno garantito la presenza due reduci della storica battaglia.

 

Prima dell’inizio dei lavori i saluti da parte dell’Amministrazione Comunale del vice sindaco Raffaella Bonsangue e del Generale Rodolfo Sganga, comandante della Brigata “Folgore”.

 

A seguire gli interventi del colonnello Cristiano Maria Dechigi, vice comandante della Brigata “Folgore” (“La nascita del paracadutismo militare e i paracadutisti libici”), del professore Aldino Bondesan, Università di Padova (“Da El Alamein a Takrouna: insegnamento tattico e morale dei paracadutisti italiani”), del professor Federico Ciavattone, storico contemporaneo (“I paracadutisti dei reparti speciali italiani in Africa settentrionale”), del colonnello Francesco Marra, comandante del I° reggimento Carabinieri paracadutisti Tuscania (“Il Battaglione carabinieri paracadutisti in Africa settentrionale”), del colonnello Alessandro Borghesi, comandante del Centro addestramento paracadutismo Folgore. Le conclusioni sono affidate al generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, presidente nazionale associazione nazionale paracadutisti d’Italia.