Blitz d’autore del Pontedera che espugna Cuneo e coglie la terza vittoria nelle ultime quattro partite (la seconda consecutiva fuori casa), portandosi al quinto posto. Una squadra matura, compatta e solida quella che porta via i tre punti dal piemonte, con una sua fisionomia ben definita: linee di difesa e centrocampo molto strette e ripartenze veloci in campo aperto. Se a questo aggiungiamo il fatto che Maraia fa ruotare molti uomini della rosa, e tutti rispondono presente, quando vengono chiamati in causa il quadro è completo.

LA CRONACA- Consueto 3-5-2 per i granata, Alessio Benedetti riprende il suo posto sulla destra del trio difensivo affiancato da Borri e Vettori, a centrocampo Mannini e Magrini sono i cursori, Caponi il consueto metronomo, ai suoi lati agiscono Calcagni e Bruzzo, mentre Pinzauti e Riccardo Benedetti i riferimenti offensivi. Prima parte di gara in equilibrio, dove comunque i granata non appaiono rinunciatari e al 16′ arriva l’episodio che sblocca il confronto: sugli sviluppi del primo angolo della partita, l’arbitro assegna un rigore al Pontedera per fallo di mano di Santacroce. Della battuta si incarica Mannini, che spiazza Marcone calciando il pallone a mezza altezza. Ovviamente i biancorossi di casa non ci stanno e si gettano in avanti, ma non vanno oltre ad alcune conclusioni dalla lunga distanza senza esito, anzi è il Pontedera ha sfiorare il raddoppio con una discesa del “solito” Magrini con palla che attraversa l’area non trovando la deviazione vincente di Pinzauti. I granata devono fare a meno dell’infortunato Alessio Benedetti a seguito di uno scontro con un avversario al 32′.

FORCING PIEMONTESE- La ripresa si apre con i padroni di casa alla ricerca del pareggio, al 50′ Biggeri è costretto agli straordinari per mandare sul palo una conlusione di Bobb, poi Caso si esibisce in una serie di dribbling calciando alto da buona posizione. I granata non stanno a guardare e con Pinzauti si rendono pericolosi al 62′, il suo tiro viene respinto da Marcone. Continuano a spingere i biancorossi, ma il Pontedera trova in contropiede la rete che chiude il confronto con Tommasini, l’attaccante ex Mezzolara appena subentrato pescato da Mannini controlla all’altezza del vertice sinistro dell’area, si libera di un avversario in maniera elegante e supera il portiere avversario andando ad esultare nel settore riservato ai propri tifosi.

CUNEO-PONTEDERA 0-2

CUNEO (3-5-2): Marcone, Santacroce, Cristini, Bertoldi (43′ Celia); Castellana (74′ Arras), Carte, Caso, Bobb, Ferreyra; Gissi, Kanis (62′ Jallow). A disp. Gozzi, Tafa, Alvaro, Maresca, Mattioli, Reymond, Offidani, Marin De Stefano. All Scazzola.

PONTEDERA (3-5-2): Biggeri; A. Benedetti (32′ Vettori), Borri, Ropolo; Magrini, Calcagni, Caponi, Bruzzo (68′ Serena), Mannini; Pinzauti (81′ Giuliani), R. Benedetti (81′ Tommasini). A disp. Sarri, Marinca, Benassai, Raimo, Masetti, Marseglia, Prete. All. Maraia.

ARBITRO: Tremolada di Monza

RETI: 16′ Mannini su Rig. 82′ Tommasini.

NOTE: Ammoniti: Kanis, Magrini, Santacroce, Biggeri