Una stagione che sta regalando soddisfazioni per il Pontedera, la truppa di Ivan Maraia ormai staziona costantemente in zona playoff ormai da inizio stagione, i 33 punti attuali indicano una possibilità concreta di approdare agli spareggi promozione, mentre l’obiettivo stagionale: quello- come ogni stagione- della salvezza è soltanto una formalità da espletare. Oggi ore 14.30 i granata sono attesi da una trasferta molto delicata sull’ostico terreno dell’Olbia, squadra ostica, che con il ritorno di Filippi sembra aver trovato maggiore linfa e determinazione.

Una settimana davvero complicata quella vissuta dai granata: un virus influenzale ha infatti colpito almeno 7-8 giocatori della rosa, obbligando a schierare una formazione infarcita di giocatori giovanissimi – alcuni del 2000- nel match di Coppa Italia poi vinto contro la Robur Siena. Le ultime danno il recupero dei giocatori influenzati, anche se le condizioni fisiche non saranno al meglio. Gli unici indisponibili saranno quindi Alessio Benedetti, uscito anzitempo nella partita di campionato contro i bianconeri e il lungodegente Bruzzo.

La direzione del confronto è affidata a Paride Tremolada di Monza, coadiuvato dagli assistenti Antonio Lalomia di Grosseto e Giuseppe Triscitta di Messina.

PROBABILI FORMAZIONI

OLBIA (4-3-1-2): Marson; Pisano, Bellodi, Iotti, Cotali; Vallocchia, Pennington, Muroni; Ragatzu; Ceter, Ogunseye. A disp. Van der want, Pinna, Pitzalis, Cusumano, Biancu, Maffei, Peralta, Bah. All. Filippi.

PONTEDERA (3-5-2): Biggeri; Fontanesi, Borri, Ropolo; Magrini, Calcagni, Caponi, La Vigna, Mannini; Tommasini, R. Benedetti. A disp. Sarri, Marinca, Benassai, Giuliani, Vettori, Raimo, Serena, Marseglia, Prete, Masetti, Pinzauti. All. Maraia.