Allo “Stadio dei Marmi” di Carrara è arrivata per il Pontedera la seconda sconfitta consecutiva, i granata infatti hanno dovuto ammainare bandiera bianca a sette giorni dalla battuta d’arresto casalinga al cospetto della Pro Vercelli.  Perdere contro la Carrarese ci può stare per la truppa di Ivan Maraia, che fra l’altro si è presentata notevolmente rimaneggiata, di fronte ad una squadra di assoluto valore impreziosita da elementi di grande esperienza e qualità: Tavano e Maccarone solo per citarne un paio. I granata hanno risposto presente, soffrendo nel primo tempo la forza d’urto avversaria ma poi -come accaduto molte volte in stagione- hanno reagito cambiando marcia e sfiorando a più riprese un pareggio che avrebbero sicuramente meritato.

La squadra di Silvio Baldini si conferma un tabù se consideriamo le partita giocate nelle ultime stagioni: quella di ieri è stata la terza sconfitta consecutiva ai piedi delle apuane: lo scorso anno i granata furono sconfitti per 4-1 mentre l’anno precedente per 2-0, mentre le ultime due partite giocate al “Mannucci” hanno il Pontedera portare a casa due pareggi: 1-1 nella sfida del maggio scorso, e 0-0 proprio nella gara di andata. Dalla prossima giornata si giocherà al sabato, c’è un trimestre da vivere con serenità di una squadra capace di raggiungere il proprio obiettivo stagionale con grande anticipo unito alla voglia di centrare per la seconda volta consecutiva il playoff. Ci sarà battaglia per il 10^ posto, che permetterebbe di impreziosire maggiormente la stagione e le partite del prossimo mese saranno importanti in questo senso, da vivere con un pizzico di leggerezza e la volontà di continuare a stupire.