Dopo una complessa e laboriosa indagine, la Digos di Pisa ha individuato e denunciato i due autori dei lanci di “candeggina” ai danni di due cittadini, uno italiano e uno di nazionalità senegalese, avvenuti la sera del 12 gennaio 2019 rispettivamente in via Contessa Matilde intorno alle 21.45 ed in Piazza Martiri della Libertà intorno alla mezzanotte.

Gli autori del gesto, che aveva procurato lesioni agli occhi al cittadino senegalese, colpito dal liquido direttamente sul volto, sono minorenni, non precedentemente noti alle forze dell’ordine e non legati ad alcun gruppo o movimento politico o comunque dedito alla discriminazione razziale, per cui l’individuazione certa dei responsabili, già interrogati dalla competente Autorità Giudiziaria, esclude il pericolo di reiterazione di simili reati.

Le meticolose indagini effettuate – caratterizzate dalla visione di tutte le immagini registrate dalle telecamere pubbliche e private di un’ampia area della città, dall’escussione di tutte le persone interessate dall’evento e da mirate attività di osservazione e pedinamento – hanno dimostrato che i lanci di liquido irritante consistevano nel getto pericoloso di una sostanza composta da un mix di acqua e liquido idraulico (normalmente utilizzato per la liberazione degli scarichi domestici otturati), effettuati restando a bordo di uno scooter di cilindrata 50cc con targa occultata.

A seguito delle attività di indagine sopra descritte, nell’ambito delle quali sono state effettuate anche attività di perquisizioni domiciliari, è stato sequestrato sia il motorino utilizzato per le azioni delittuose, i caschi e gli indumenti indossati, oltre che la bottiglia di Idraulico Gel in concreto utilizzata dai due ragazzi la sera del 12 gennaio 2019 ed abbandonata in città.