Ieri sera dagli studi di PisainVideo è andata in onda la ventunesima puntata stagionale di Eoraparloio. Giovanni e Riccardo hanno raccolto parole ed emozioni di tifosi e addetti ai lavori riguardo alla sfida di sabato scorso con la Juve Stabia e al match di domani che metterà i nerazzurri di fronte alla Cremonese. Uno degli ospiti telefonici è stato l’ex bomber dello Sporting Club Lamberto Piovanelli: “Stiamo facendo un discreto campionato, anche se sono convinto che in classifica ci mancano tre punti“. “Il mio sogno personale rimane nel cassetto – prosegue l’ex centravanti – i playoff rimangono alla portata del Pisa. Anche contro la Juve Stabia abbiamo dimostrato compattezza, organizzazione, qualità. Il mercato ha portato calciatori di spessore in rosa: per tutti questi motivi sono convinto che possiamo puntare con serenità alla salvezza. Ma possiamo fare qualcosa in più“.

Cremona riporta alla mente ricordi fantastici” prosegue Piovanelli. “Se ripenso a quel 1987, rivedo un calcio differente: sul piano tecnico la qualità era molto più alta, e molti altri fattori sono cambiati. In più in quel periodo il nostro valore aggiunto era Romeo Anconetani, capace di catalizzare tutto attorno a sé“. “Nel 1987 sapevamo di andare a giocarci la Serie A in casa della formazione più forte del campionato – spiega Piovanelli – domani invece affrontiamo una buona squadra in piena crisi. Questo particolare mi preoccupa un pizzico, perché in questo campionato i ragazzi hanno fatto benissimo soprattutto contro avversari in piena forma. Basti pensare ai pareggi con il Benevento o la Juve Stabia. Ma la mentalità e l’organizzazione che D’Angelo sa dare al gruppo saranno fondamentali“.