“BASTA SALARI DA FAME!”: SABATO 8 FEBBRAIO DUE PRESENTAZIONI PER IL LIBRO DI MARTA E SIMONE FANA, TRA SAN GIULIANO TERME E PISA

Si svolgeranno domani sabato 8 febbraio le due presentazioni del libro edito da Laterza nel 2019, “Basta salari da fame!”, oggetto di un’ampia attenzione editoriale e di un tour di presentazioni che da diversi mesi sta attraversando l’Italia. Il saggio è opera congiunta degli economisti e fratelli Marta Fana e Simone Fana, la prima autrice di “Non è lavoro, è sfruttamento” (Laterza, 2017), il secondo autore di “Tempo Rubato. Sulle tracce di una rivoluzione possibile tra vita, lavoro e società” (Imprimatur, 2018); entrambi fanno parte della redazione di Jacobin Italia (www.jacobinitalia.it), versione italiana della rivista della sinistra socialista statunitense. Il testo affronta lo snodo della questione salariale sul piano della storia dei conflitti sociali nell’Italia dal secondo dopoguerra ad oggi, dell’analisi economica e della legislazione incompiuta sul salario minimo legale.

La prima presentazione si svolgerà alle 15:30 a San Giuliano Terme presso il circolo ARCI di Pontasserchio e vedrà la presenza di Simone Fana, che discuterà con il sindacalista, già vicesindaco, Franco Marchetti.

La seconda presentazione si svolgerà nei locali del circolo ARCI Rinascita, in via del Borghetto 37/39 a Pisa, alle ore 19:00 dello stesso giorno. Ad affiancare come relatore Simone Fana, cui si unirà in collegamento video da Siviglia Marta Fana, sarà il dott. Bruno Settis, assegnista di ricerca in storia contemporanea presso la Scuola Normale Superiore di Pisa nonché autore della monografia “Fordismi. Storia politica della produzione di massa” (Il Mulino, 2016).

La moderazione del dialogo sarà assicurata dalla giornalista Frida Nacinovich, autrice del saggio “Con parole loro: l’amore per il lavoro nella tempesta del post-fordismo” (Ediesse, 2018). “Abbiamo lavorato” dicono Franca Panza ed Ettore Bucci, copresidenti della Rosa Bianca Pisa, organizzatrice degli eventi assieme ad ARCI Pontasserchio ed ARCI Rinascita “per incontri capaci di attirare il pubblico sul nucleo centrale del saggio, ossia la proposta di salario minimo. Auspichiamo una presenza ampia di interlocutori politici e sindacali, poiché le questioni del lavoro e delle dignità sociali sono ancora, a nostro avviso, al centro di un’agenda pubblica per la trasformazione del Paese nel senso dell’equità e della giustizia sociale: la Rosa Bianca, come comunità di vita politica con valori democratici e personalisti, si impegna per questo”.

Alla presentazione pisana saranno presenti come interlocutori sociali ed espressione dei sindacati confederali Maurizio Brotini della segreteria confederale regionale CGIL Toscana e Francesco Lauria del centro studi nazionale CISL. L’iniziativa pisana, in particolare, si inserisce nella ricca agenda socio-culturale e ricreativa del Circolo Rinascita, che si propone come casa plurale dei popoli e snodo positivo di diverse generazioni e provenienze, con una sana animazione assicurata ogni giorno e riscontrabile nel calendario di www.rinascitapisa.it.