Venerdì prossimo, 26 novembre, dalle ore 15 alle ore 18:30, si svolgerà la video conferenza “Coltiviamo il rispetto”. L’evento è organizzato dalla Direzione medica dell’ospedale “San Luca” di Lucca ed è un’iniziativa “Ospedale bollino rosa” (gli ospedali italiani “vicini alle donne” che offrono percorsi diagnostico-terapeutici e servizi dedicati alle patologie femminili di maggior livello clinico ed epidemiologico, riservando particolare cura alla centralità della paziente).

La videoconferenza, che si svolge in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è aperta a tutti. Basta iscriversi utilizzando il seguente link


https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSebo9cLSzdk7Ft5qccf8u-7xF7A0-Vaps1zJvLSAXx-gaAldQ/viewform?vc=0&c=0&w=1&flr=0 .

Interverranno:


Michela Maielli, direttore Rete ospedaliera Azienda USL Toscana nord ovest

Virginia Ciaravolo, psicoterapeuta e criminologa, autrice del libro “La violenza di genere dalla A alla Z”

Piera Banti, responsabile del Pronto Soccorso dell’ospedale di Castelnuovo di Garfagnana

Alessandra Di Bugno, presidente CUG (Comitato Unico di Garanzia) Azienda USL Toscana nord ovest

Annarita Frullini, Centro Iaso – ricerca formazione terapia

Fabrizia Vornoli, Comitato di partecipazione zonale Azienda USL Toscana nord ovest

Daniela Elena Caselli, Associazione La Luna

Adami Maria Stella, Associazione Non ti scordar di te

Angelo Albero, Maschile Plurale Lucca

Moderatore: Sergio Ardis, medico della Direzione dell’ospedale San Luca di Lucca

E’ previsto un dibattito con il pubblico dalle 17.30 alle 18.00.

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni unite nel 1999 ed ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza, invitando i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare in quel giorno, o comunque nei giorni vicini, attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.