“Fermo restando il fatto che qualsiasi manifestazione, da chiunque venga proposta per animare il litorale pisano, è ben accolta dal Centro Commerciale Naturale di Marina di Pisa, notiamo però che ormai da alcuni mesi, per non dire da alcuni anni, qualcuno, in questo caso Confcommercio, insiste nel programmarne lo svolgimento in aree per le quali si dovrebbe prevedere la chiusura alla viabilità, senza minimamente preoccuparsi di valutare soluzioni alternative e le ricadute negative per una parte di aziende che nelle aree soggette a interdizione al traffico svolgono la loro attività commerciale”. Inizia così il documento che la presidente del Ccn di Marina di Pisa Simona Rindi ha inviato al sindaco Michele Conti e all’assessore Paolo Pesciatini in merito alla manifestazione natalizia in via Maiorca prevista per sabato 18 dicembre e che prevede la chiusura di un tratto della strada. “Dell’iniziativa realizzata da Confcommercio lo abbiamo appreso dalla stampa senza aver sentito da parte di quell’associazione né tantomeno, cosa ancor più grave, dall’assessorato competente, l’esigenza di confrontarsi, o perlomeno di informare il Ccn che rappresenta la stragrande maggioranza del settore commerciale di Marina – insiste la presidente -. Un programma apprezzabile che, peraltro, sembra essere sostenuto dall’amministrazione comunale con un contributo economico ma che, ancora una volta, prevede la chiusura di un parte di via Maiorca che, e non solo recentemente durante le manifestazioni di Marenia promosse dalla stessa amministrazione, solleva ogni volta proteste più che giustificate da parte di chi vede con la chiusura della strada un danno economico per la sua azienda. E pensare che in estate la chiusura era richiesta per favorire i ristoratori e per Natale si sceglie le 14.30. In una strada, è sempre bene ricordarlo, in cui si può parcheggiare e passeggiare senza problemi viste le dimensioni dei marciapiedi anche con il traffico aperto”. Simona Rindi aggiunge un’altra questione legata all’iniziativa natalizia e lancia una proposta. “Senza nulla togliere alle manifestazioni programmate, chiediamo di trasferire l’evento da via Maiorca a piazza delle Baleari, una piazza che è stata recentemente riqualificata e che rappresenta lo sbocco naturale e l’estensione finale della strada. La nostra richiesta muove anche dalla considerazione – conclude – che la mattina seguente all’evento, via Maiorca sarebbe nuovamente chiusa al traffico veicolare a causa dello svolgimento della maratona allungando quindi il periodo di restrizione per le attività commerciali”. Sulla vicenda interviene anche Confesercenti Toscana Nord con il suo presidente Litorale Alessandro Cordoni. “Abbiamo l’impressione che a Confcommercio, e a questo punto forse anche all’assessorato al commercio, interessi più portare avanti una battaglia per la chiusura della via Maiorca aggirando la revisione complessiva della viabilità di Marina di Pisa che non realizzare iniziative che diano un po’ di vantaggio alle già stremate aziende commerciali. La chiusura della strada è stata già bocciata in estate da Comune e commercianti”.