Il Modena stavolta passa al “Mannucci” dove oltre mesi fa venne sconfitto dall’Aquila Montevarchi per 2-1. I gialloblù in rimonta sconfiggono il Pontedera per 2-1 cogliendo l’undicesima vittoria consecutiva palesando tutta la propria qualità, e il valore di una rosa lunga e profonda oltre ad esperienza e fisicità. La squadra di Ivan Maraia si è battuta con grande coraggio tenendo testa fino a quando ha potuto. Soprattutto nel primo tempo il Pontedera ha risposto al titolato avversario, Magnaghi ha firmato il vantaggio al tramonto del primo tempo, poi in avvio di ripresa l’uno-due decisivo firmato da Tremolada (punizione al sette dal vertice destro dell’area), e Minesso abile a trasformare un rigore assegnato per fallo di Milani su Azzi sul quale Angeletti è riuscito ad intervenire ma la sfera ugualmente è finita alle sue spalle.

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA- Maraia conferma l’undici uscito con i tre punti a Siena, 3-5-2 puro dove Shiba, Espeche e Bakayoko componevano la linea difensiva, Perretta e Milani sugli esterni, Caponi, Barba e Catanese in mediana. In attacco Mattioli a supporto di Mutton. Gli ospiti rispondono confermando il 4-3-2-1 Azzi viene schierato punta centrale supportato da Tremolada e Minesso. Si propongono i gialloblù in avvio ma il primo pericolo lo porta il Pontedera al 17′, la sventola di Caponi obbliga alla respinta Gagno. Attorno alla mezzora preme il Modena, sfiorando il gol al 31′: Minesso con il destro colpisce la parte alta della traversa poi Tremolada obbliga Angeletti ad un intervento in due tempi. Al tramonto della prima frazione i granata vanno in vantaggio sugli sviluppi di un angolo guadagnato da Milani. Palla scodellata in area da Caponi a trovare Magnaghi sul primo palo, la sua deviazione va ad infilarsi all’angolo opposto.

Uno-due gialloblù- Ad inizio ripresa i “canarini” reagiscono trovando il pareggio con un capolavoro di Tremolada, il quale su punizione lascia partire un sinistro dal vertice destro dell’area che finisce al sette. Gli emiliani continua a spingere, trovando il gol partita su rigore con Minesso. Prova a reagire la squadra granata, Magnaghi devia di testa su cross di Milani non riuscendo ad angolare la sfera. Il Modena riesce ad amministrare la partita, rendendosi pericoloso con Gerli, Minesso e Mosti.

Pontedera-Modena 1-2

Pontedera (3-5-2): Angeletti; Shiba, Espeche, Bakayoko; Perretta (85′ Regoli), Barba (66′ Benedetti), Caponi, Catanese, Milani; Mattioli (75′ Mutton), Magnaghi. A disp: Sposito, Nicoli, Parodi, Bardini, Di Meo, Marianelli, D’Antonio, Benericetti, Matteucci. All. Maraia.

Modena (4-3-2-1): Gagno; Ponsi (63′ Pergreffi), Ciofani, Baroni, Renzetti (81′ Maggioni); Scarsella, Gerli, Armellino; Tremolada (81′ Ogunseye), Minesso (63′ Mosti); Azzi. A disp: Narciso, Leonardi, Ingegneri, Rabiu, Di Paola, Castiglia. All. Tesser

ARBITRO: Saia di Palermo.

Reti: 46′ pt Magnaghi, 49′ Tremolada, 56′ Minesso rig

Note: Ammoniti: Catanese, Ponsi, Milani, Bakayoko. Angoli 1-2. Rec. 1’+4′. Spettatori 600 circa con folta rappresentanza ospite