E’ il giorno del big match all’Arena: ancora prima contro seconda in una settimana di grande tensione esterna al campo a causa della modalità di rivendita dei biglietti per gli ospiti e di grande pretattica con possibili assenze importanti da entrambe le parti.

Alla fine in casa salentina manca il solo Coda mentre recuperano e sono regolarmente in campo Strefezza e Di Mariano. In casa nerazzurra invece confermata l’assenza dal primo minuto di Lucca e a sorpresa non ce la fa Nicolas dopo aver provato nel riscaldamento: purtroppo non ha recuperato dal colpo subito nel primo tempo a Como. In campo quindi tra i pali l’esordiente in serie B Alessandro Livieri. D’Angelo sceglie un Pisa sulla carta più prudente col solo Masucci attaccante di ruolo con Gucher e Mastinu a supporto.

Prima occasione nerazzurra al 4′ minuto: errore di Gabriel che non si intente col compagno di reparto e permette un pallonetto in precario equilibrio a Marin che esce di pochissimo.
Risponde il Lecce con Di Mariano a tu per tu con l’esordiente Livieri che gli dice di no con un grande intervento ma il giallorosso era in fuorigioco.
Al 20′ D’Angelo è costretto al primo cambio prematuro: fuori Mastinu per un probabile problema muscolare e dentro Sibilli con assetto dei nerazzurri che non cambia di molto.
Primo tempo combattuto e teso tra le due squadre col Lecce messo bene in campo che lascia pochi spazi al Pisa e tiene in mano il gioco ma non punge.
Nel finale di tempo c’è una potenziale occasione per il Pisa con Tourè che ruba palla sulla trequarti salentina e lancia Nagy che al limite non cerca il tiro ma un assist in area verso Masucci e Sibilli ma il pallone è respinto dalla difesa del Lecce.

Nella ripresa dopo due minuti Pisa vicino al vantaggio con Birindelli che gira bene di testa un corner di Beruatto ma il pallone va di poco alto sopra la traversa della porta sotto la Nord. Poi al 9′ c’è un lungo check del VAR per un presunto fallo subito da Beruatto che era entrato in area da sinistra ma Abisso controlla e pesca il terzino sinistro nerazzurro in fuorigioco.
Al 58′ il Pisa trova il vantaggio: punizione dalla trequarti sinistra calciata in area da Beruatto, sulla respinta prende palla dal limite Sibilli che se la porta sul destro e mette il pallone sotto l’incrocio dei pali facendo esplodere l’Arena.
A un quarto d’ora dal termine il Lecce ha la palla del pari con Gargiulo che solo in area di testa schiaccia centralmente un cross da sinistra: Livieri para senza problemi.
E’ poi la volta del Pisa che per due volte con Marsura, entrato da pochi minuti e Sibilli (grande giocata di Nagy) vanno vicini al raddoppio ma i loro tiri si perdono di poco fuori alla sinistra di Gabriel. Soprattutto nella seconda occasione la palla gol non sfruttata è colossale.
Nel finale Lecce che attacca con poco ordine e meno peso: colleziona solo corner, mischie e qualche cross ben controllato dall’ancora una volta monumentale coppia centrale Leverbe-Caracciolo.
Il Pisa quindi porta a casa con merito una vittoria di prestigio che lo lancia ancora in testa alla classifica a +2 sul Brescia oggi vittorioso. E’ inutile nascondersi: il Pisa è lì davanti con merito e proverà a rimanerci fino alla fine….fatto salvo l’intermezzo di mercato che potrebbe cambiare qualche equilibrio nelle compagini che inseguono (vedi Monza in ripresa), ma siamo sicuri che anche la società sta lavorando per migliorare la squadra in vista di un girone di ritorno che si preannuncia infuocato.


Tabellino:

Pisa-Lecce 1-0

Rete 58′ Sibilli

Pisa (4-3-1-2): Livieri; Birindelli, Caracciolo, Leverbe, Beruatto; Marin, Nagy, Tourè; Gucher (65′ Lucca); Mastinu (20′ Sibilli), Masucci (65′ Marsura). All. D’Angelo – A disposizione: Dekic, Berra, Hermannsson, Cohen, Quaini, Piccinini, Di Quinzio, Cisco.
Lecce: (4-3-3) Gabriel; Gendrey (84′ Calabresi), Lucioni, Dermaku, Barreca (61′ Gallo), Majer (79′ Helgason), Hjulmand, Gargiulo; Strefezza, Olivieri (79′ Listkowski), Di Mariano (61′ Rodriguez). All. M. Baroni – A disposizione Bleve, Samooja, Meccariello, Bjarnason, Bjorkengren, Blin, Burnete.

Arbitro: sig. Daniele Orsato di Schio (VI)
Assistenti: sig. Alessandro Giallatini della sez. Roma 2 e sig. Fabio Preti di Mantova
4° Uomo: sig. Paolo Bitonti di Bologna
VAR: sig. Rosario Abisso di Palermo
Assistente VAR: sig. Mauro Galetto di Rovigo

Angoli: 3-11

Ammoniti: 16′ Hjulmand, 21′ Gucher, 30′ Barreca, 50′ Nagy, 77′ Majer, 88′ Calabresi, 92′ Lucca

Espulsi: –

Recupero: 1° tempo: 2 min.; 2° tempo: 4 min.

Spettatori: 7.041