Concertazione iniziata nel 2019. Coinvolta nel confronto la Terza Commissione consiliare. Pesciatini: «Dopo 20 anni regole certe a un settore che non può più aspettare». È prevista domani, martedì 25 gennaio, la discussione in Consiglio comunale della proposta di approvazione del

nuovo Piano del commercio su aree pubbliche, e relativo regolamento. Il documento arriva alla sua fase finale a seguito della conclusione del percorso concertativo di discussione sostanziale e formale in merito, che si è svolto a partire da luglio 2019 e concluso nel novembre scorso. Nel corso del periodo indicato si sono svolte 13 riunioni di concertazione preliminare con i soggetti interessati al Piano e, dall’ottobre al novembre 2021, si sono tenute ulteriori 5 riunioni di concertazione formale (13, 20, 29 ottobre e 8, 16 novembre) cui sono state invitate, come prevede il protocollo d’intesa tra Comune e parti sociali sulle regole di concertazione, le associazioni di categoria, i sindacati, le associazioni dei consumatori.

«Si giunge all’approvazione del nuovo, atteso, Piano del commercio sulle aree pubbliche dopo un periodo molto lungo di concertazione, caratterizzata da numerose riunioni e che ha visto il confronto e il contributo di tutti i soggetti interessati a parteciparvi – dice l’assessore al commercio Paolo Pesciatini -. Già dal luglio 2021 era stata trasmessa la bozza del nuovo Piano e del regolamento alle associazioni chiedendo le relative osservazioni: osservazioni che sono pervenute nel settembre successivo. Dopo oltre 20 anni siamo, finalmente, al punto finale per dare regole certe a un settore che non può più aspettare e che per tutti questi anno non è stato sogegtto a pianificazione e attalizzazione con i nuovi scenari socio economici. Per questo motivo non abbiamo mai smesso di perseguire questo obiettivo, anche in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, con tutte le difficoltà del caso determinate da una pandemia che da due anni ha messo in difficoltà molte attività, ma senza rallentare i percorsi partecipativi».

Nel contempo, la 3^ Commissione consiliare, ha affrontato il tema a partire già dal suo insediamento nel 2018, con il tema all’ordine del giorno e interventi esterni in molte riunioni (19 e 28 settembre 2018, 5 e 31 ottobre 2018; 2, 4 dicembre 2020; 19 marzo, 2 aprile, 12, 26, 28 maggio, 11 giugno, 16 luglio, 15, 22 e 24 settembre, 1 ottobre, 15 dicembre 2021; e, ancora 12, 14, 19 e 21 gennaio 2022).

«Mi ritengo soddisfatta del percorso di partecipazione avvenuto all’interno della commissione – dichiara la presidente della terza Commissione consiliare permanente Maria Punzo -, che ha portato al documento finale dopo oltre venti riunioni durante le quali abbiamo incontrato gli operatori del mercato del Duomo, 8 volte le associazioni di categoria, abbiamo preso atto delle linee guida presentate dalla Simurg ricerche, ci siamo confrontati con l’assessore su tutti gli aspetti del nuovo Piano e del regolamento, arrivando a quella che a nostro avviso è la soluzione migliore con gli strumenti che abbiamo e i limiti imposti dal protocollo di intesa per la tutela della piazza del Duomo patrimonio culturale e artistico dell’Unesco»